Mariagrazia Carlone

Mariagrazia Carlone si è dedicata fin da giovanissima all’arte e alla musica.

Lavorando come insegnante, ha contemporaneamente compiuto gli studi universitari, fino al Dottorato di Ricerca, a Pavia (Cremona) e a Bologna, dedicandosi in particolar modo alla storia del liuto e del suo repertorio, ad indagini storico-biografiche e all’iconografia musicale.

Le sue ricerche sono sfociate nel libro per la Società Italiana di Musicologia Iconografia musicale nell’arte biellese, vercellese e valsesiana (Roma 1995), nei molti articoli apparsi in prestigiose raccolte di studi e riviste specialistiche italiane e straniere, in conferenze svolte in Italia, Europa e Stati Uniti, e in corsi e seminari (inclusi quelli per la Fondazione Italiana per la Musica Antica, a Urbino, e per l’Accademia Internazionale della Musica di Milano). Ha collaborato a progetti di catalogazione con le università di Milano e di Pavia (Cremona), e con Paul Beier ha ideato il software MusIco finalizzato a realizzare databases delle fonti iconografico-musicali, che è stato adottato in sette nazioni europee nell’ambito di un progetto finanziato dall’Unione Europea, oltre che da diversi studiosi indipendenti.

Dal 2007 è Archivista di Stato a Milano; collabora con i portali dedicati alla musica del Servizio Archivistico Nazionale.
E’ sposata con il liutista Paul Beier e madre di Eleonora Judith, attualmente studentessa universitaria presso il Bard College (NY).

contatti: carlone@musico.it